Buongiorno a tutti,

Avrei bisogno del vostro aiuto per capire le regolamentazioni che ci sono in questo paese. Ho letto che per aprire un centro benessere bisogna avere un diploma di estetista. E’ vero?
E nel caso volessi aprire un centro di discipline bionaturali (shiatsu, yoga, reflessologia plantare...), bisogna anche lì avere un diploma di estetista? Mi sembrerebbe assurdo, ma non riesco a reperire informazioni chiare.
Invece, per aprire un centro di massaggi (hot stone, ayurvedico, etc, etc.), ci vuole anche il diploma di estetista ?
Ve lo chiedo perché vorrei capire cosa noi, che pratichiamo attività bionaturali, possiamo aprire una volta vogliamo mettersi in proprio.
Grazie tante.

Stephy

Visualizzazioni: 32629

Rispondi

Risposte a questa discussione

ciao posso risponderti con quello che vedo in giro... per aprire un centro benessere che fa anche massaggi completi classici (linfodrenaggio, etc) bisogna essere estetiste a quanto mi risulta... ma per aprire un centro che fa yoga shiatsu riflessologia plantare e in pratica tutto ciò che NON è regolamentato non è necessario essere estetisti. Meglio ancora se il centro è un'associazione che promuove le proprie azioni solo ad associati (in pratica sono tutti così a quanto mi risulta).
Lo so perchè ho chiesto volendo fare anche io qualcosa del genere o meglio volendo affiliarmi a strutture già esistenti...
un abbraccio
Grazie mille!!! Infatti, immaginavo fosse così però non ero del tutto sicura...anche se non so se sarai d'accordo con me, il massaggio non è un'attività del tuttto regolamentata. Oltre a tutto, mira al benessere psicofisico e non (solo) alla bellezza esetetica...insomma ci sono ancora tante cose incoerenti!
Ti ringrazio!

Un caro saluto
Ciao Stephanie
Non ci sono leggi che vietano di aprire un centro massaggi e non ci sono nemmeno delle leggi che tutelino gli operatori (non estetisti-non medici)

La Costituzione Italiana tutela il lavoro e l’iniziativa economica privata: La Repubblica tutela il lavoro in
tutte le sue forme ed applicazioni (art.35) L’iniziativa economica privata è libera (art.41).
Ma non essendoci leggi specifiche per queste nuove figure, ognuno di queste figure, cerca di "inquadrarsi" nel modo più conveniente e legale possibile.

O apri una tua associazione, o ti apri una "ditta individuale" con partita iva (servizi alla persona) ecc. e ti appoggi a associazioni del settore (apodib, aiob, ecc.) che ti danno una copertura assicurativa
Qualsiasi diploma o attestato (che riguarda le discipline bionaturali) non è riconosciuto in Italia dallo stato, a parte in qualche regione.(in quale regione sei?)

Poi dipende da comune a comune...un buon commercialista o anche semplicemente andando nella camera di commercio o confartigianato della tua zona ti sapranno dire con maggiore precisione quali passaggi devi fare.

Ma bisogna fare attenzione ai termini che usi...dai un'occhiata a I Termini che gli Operatori del settore Olistico NON devono utilizzare

Teniamoci aggiornati!:)
W.
Ciao William che tu sappia l'associazione può essere iindividuale ?devono essere di base per forza tre soci? e sai che costi ha la ditta individuale ? e che tipo di collaborazioni puoi attuare con gli altri operatori di discipline energetiche?
Simona
Ciao Simona
l'associazione per quanto ne so, non può essere individuale, devi almeno avere altre 2 persone per costituirla (con 400€ fai tutto - suddivisi per i 3 soci fondatori).
i costi di una ditta individuale circa 700€ (per la costituzione)
Che cosa intendi per collaborazioni con altri operatori? Che cosa vuoi creare? A scopo di lucro o no?

Per prima cosa devi decidere cosa realmente vuoi creare, perchè le modalità e le disposizioni tra associazioni e impresa individuale sono ben diverse. Un commercialista ti saprà consigliare, ma l'importante è avere le idee ben chiare su cosa vuoi fare. Perchè dovrai scrivere uno statuto e modificarlo successivamente ha un costo.

Ciao
Inizialmente volevo fare un'associazione no profit , perrò mi stp rendendo conto che la gente fa perdere tempo e io non lo voglio perdere.Come sai nell'associazione no profit ci sono le collaborazioni esterne, in quanto affitti sale e fai fare i corsi e altro...Il commercialista con cui ho parlato io ha le idee più confuse di me , Ce ne vorrebbe uno bravo con i contro .Ho pensato di fare l'impresa individuale in quanto è più sbrigativa e non sei a dipendenza degli altri ne come firma ne come altro...però per quanto riguarda l'affitto di sale per corsi e collaborazioni esterne (cioè chi viene a fare i corsi e seminari e altro) volevo sapere come funzionava.Non ho parlato di operatori ma di collaboratori esterni.(cioè altri operatori di discipline energetiche, insegnanti, chi fa i corsi..persone addette con attestati specifici.)
Simona
(immaginando di creare una società individuale)
la logica su quello che vuoi fare potrebbe essere:

- Se sono eventi organizzati da te, prendi tu il denaro dai clienti per i trattamenti/corsi (1- ti fai pagare.... e fai una ricevuta al cliente) ma in questo caso sei una scuola:)
2. in seguito pagherai gli operatori/insegnanti.(che a loro volta ti lasceranno una ricevuta per la loro prestazione)

- Se sono eventi organizzati da operatori per "affitto spazio" ( 2- ti fai pagare.... e fai una ricevuta per l'affitto del tuo spazio)
Se collabori con operatori per i trattamenti ( tu in seguito dovrai pagare la loro prestazione) (2. ti farai rilasciare una ricevuta > operatore con P.iva) prendendo una percentuale sul trattamento o affittando lo spazio/stanza

..ma sinceramente la cosa migliore è fartelo dire da un commercialista qualificato...non so se ti sono stato di aiuto..

Ciao
W.
Grazie di cuore William :-) sai per caso se esiste un modo di fare un''associazione individuale ?anzicchè la ditta individuale:-)
Ti ho risposto in privato
Ciao William, ciao tutti..
da gennaio ho aperto la p.iva (contribuente minimo).. ho allestito in casa il mio studio privato per eseguire trattamenti shiatsu/jin shin do, massaggio cinese del piede "riflessologia", trattamento olistico rilassante (come dicono tutti massaggio con olio prettamente rilassante), in qualche caso anche lezioni private di tai chi chuan..
Ora mi sto informando sull'imprenditoria femminile per riuscire ad aprire un mio studio fuori da casa.
Leggendo un pò i vostri commenti, mi chiedo, e per aprire "semplicemente" uno studio olistico di discipline bionaturali, di cosa si ha bisogno?
Vanno bene gli attestati oppure ci vogliono i diplomi, che cmq non sono riconosciuti! anche se nella documentazione di finanziamenti o bandi sull'impren. femminile dicono per esempio: per lo shiatsu bisogna avere un monte ore, scuola di 3anni.
Tu molte volte indichi di parlarne con un commercialista, io sono della provincia BT (barletta/andria/trani) ed ho un commercialista di brescia, che segue anche i soci APOS! .. voglio dire che i commercialisti di quì, almeno quelli che ho contattato io, non capiscono di discipline bionaturali, quindi.. .. .. ho letto negli altri commenti che cmq non è una cosa solo della mia zona, questo però non mi rincuora affatto!
Un giorno poi ho parlato con un medico della asl per chiedergli info di cosa servisse per aprire uno studio, le uniche sue parole, tra l'altro in corridoio.. sono state: destinazione d'uso commerciale, 3 metri di soffitto, il bagno per disabili non è indispensabile (tranne se poi vuoi fare trattamenti anche a disabili), se poi voglio ospitare operatori nel mio studio, non devo far trovare in quest'ultimo strumenti come ad esempio quelli usati per il dimagrimento, i laser ecc..
Io sono interessata ad opsitare altri operatori tipo fisioterapisti, operatori ayurvedici, yoga, massaggiatori.. ecc.. non vorrei affiancarmi a estatiste, ma solo perchè non voglio che nel mio studio si effettuino cerette ecc.. insomma non voglio uno studio estetico, ma che si occupi prettamente di benessere psico/fisico.
Tra l'altro io ho anche un'associazione, ma non mi interessa aprire uno studio per conto dell'associazione, come ho visto che qualcuno consigliava.. non voglio far soci nessuno, ripeto avendo gia aperto la p.iva no ne ho bisogno, voglio solo un mio studio di discipline bio/naturali, vorrei poter fare le cose che faccio in casa, anche meglio di come le faccio quì.
Cosa mi consigli?
Cosa mi consigliate?
Vi ringrazio
Enrica
ciao scusa se ti rispondo in ritardo..
..a quanto sembra non cè il caso di essere estetisti ecc. (nonostante io pensassi il contrario..)
Basta che tu abbia la tua partita iva (un'assicurazione tipo quella di conacreis che ti copre per dani a terzi) segnali al tuo comune l'apertura del tuo centro e sei a posto..dato che non ci sono leggi nessuno ti può vietare di fare shiatsu..o altre discipline bionaturali. L'importante è non fare cose che rientrano nell'estetica o nel campo medico e fisioterapico.
Con la tua partita iva fai le tue ricevute..e basta:) senza complicarsi la vita:)
Grazie William..
si quello che mi dici lo sapevo, anche se la conferma mi fa bene..
quello dove si è in disaccordo, parlando anche con altri colleghi shiatsuka, è l'effetturare nello studio tipo il mio trattamenti olistici prettamente rilassanti, per tramento intendo massaggio con olio..
ovviamente avendo prima effettuato un corso, ma non quello di estetista, quindi non con un monte ore..
perchè tutti o quasi, e questo è il guaio, dicono che non puoi effettuare massaggi se non si è estetiste..
cosa sai a riguardo?
come ne usciamo da questo dilemma noi operatori in discipline bionaturali??
grazie

RSS

© 2014   Creato da SHENPLANET.

Badge  |  .  |  Termini del servizio